Placido Rizzotto

Stando alle analisi effettuate dalla polizia scientifica, i resti di ossa ritrovati nel 2009 in una foiba a Corleone sono di Placido Rizzotto, militante comunista ucciso nel 1948 dalla mafia.
Data la smemoratezza congenita degli esseri umani in generale e degli abitanti della nostra penisola in particolare, ricordare quante porcherie sono state e vengono ancora oggi compiute in Italia contro chi la pensa diversamente non fa certamente male, anzi.
Sapere però che la scoperta è stata possibile grazie al DNA del padre di Rizzotto morto nel 1969, confesso essermi suonato strano.

Rispondi