Transumanze musicali

Capita tutto in una sera.
Si comincia da Patty Smith. Because the night è la prima tappa del percorso intrapreso verso le undici.
Passo a David Bowie, mi ha sempre incuriosito. Conosco una canzone in particolare, si intitola Heroes.
Mi metto a cercare in rete, scopro che l’album dal quale è tratta porta il suo stesso nome. L’album è del 77, come anno già mi ispira di per sè!
Comincio a sentire un po’ di pezzi, mi piacciono.
Scopro che il Bowie nel periodo in cui lavora a Heroes è una larva umana. Devastato dalla cocaina e da chissà cos’altro gira in macchina per la California ascoltando Autobahn, un album dei Kraftwerk. Fanno musica elettronica, sono tedeschi.
Tornano in superficie i ricordi delle autostrade tedesche: centinaia di chilometri di asfalto, ai lati alberi altissimi, tutti uguali. Viene sonno solo a pensarci, figurarsi alla guida!
Bowie in quegli anni si trasferisce a Berlino.
Io in questi anni lo ascolterò.

Rispondi